Narrare

È il primo passo, è la fase preliminare per porre le basi ad un lavoro di conoscenza e profondo cambiamento interiore. Narrarsi, narrare la propria storia personale e familiare è mettere ordine negli eventi della propria vita e in quella dei familiari. È dare voce alla sofferenza propria e altrui. È un racconto autobiografico, è una storia che già si conosce nel profondo ma che per diventare risorsa e forza interiore deve passare dal cuore alla mente. Ma non è un narrasi soli, il terapeuta è il luogo in cui depositare per un attimo i propri pensieri e vissuti, perché come un testimone fedele possa aiutare a ricomporre le pagine della propria storia. È il momento per dare un nome alla sofferenza psicologica che prende forma in comportamenti insoliti, strani, pericolosi. Il terapeuta può così iniziare a comprendere profondamente il funzionamento di quella specifica persona nella sua unica storia. È in questo patto speciale tra il terapeuta e la persona che si prepara il terreno alla seconda fase della terapia (capire) e quindi ad un significativo cambiamento nella direzione di un benessere interiore e relazionale.

Vai alla barra degli strumenti